DMedia Commerce

  • Data
  • Categorie

Dmedia Commerce SpA è una società appartenente al Gruppo D-Mail, quotato al segmento Star di Borsa Italiana e operante nei settori del Media Commerce e dei Media Locali.

Due le anime dell’azienda: una divisione dedicata all’e-commerce con il noto brand Dmail, e l’altra rivolta al BtoB con la vendita di elettrodomestici e casalinghi alla GDO e a una serie di negozi specializzati sparsi su tutto il territorio nazionale.

Dmedia Commerce rappresenta all’interno del panorama nazionale una realtà unica in grado di presiedere il mercato attraverso un approccio multicanale e un esclusivo modello integrato di gestione delle vendite dirette e a distanza. Il fatturato previsto per il 2012 si aggira intorno ai 40 milioni di euro.

Fill 7 CopyCreated with Sketch.

Il controllo come fattore di competitività

La collaborazione con Kirio nasce all’interno della business unit dedicata al BtoB, dove il modello di vendita si sviluppa partendo dagli ordini effettuati dagli agenti presso i clienti.
Il mercato dei beni non alimentari registra nell’ultimo periodo un importante calo dei consumi, che con il passare del tempo sembra diventare strutturale.
In uno scenario simile, è strategico per aziende che operano con la GDO e con i negozi specializzati riuscire a mantenere e, soprattutto prevedere, la marginalità degli ordini effettuati.

Da questa esigenza di controllo inizia la partnership con Kirio, software house bolognese specializzata in soluzioni gestionali. Cosimo Pinzauti, IT Project Manager di Dmedia Commerce racconta: “La richiesta di un software che permettesse un controllo in fase di ordine è nata dal nostro amministratore delegato e dall’ufficio controlling. L’esigenza era chiara: dovevamo dotare i nostri agenti di una soluzione che, tramite una grafica semplice, desse immediata visibilità della marginalità o meno dell’ordine elaborato”. Per Dmedia Commerce è dunque fondamentale capire a priori se l’ordine è redditizio per l’azienda ed in caso affermativo dare nell’immediato il consenso all’agente, in caso negativo valutare un eventuale blocco l’ordine e/o sottoporlo a passaggi di validazione.

“I fattori che determinano la ‘bontà di un ordine sono molteplici e soprattutto non sempre coincidono con quelli che l’agente prevede al momento dell’ordine stesso: provvigioni dell’agente, spedizioni attive o passive, premi che la GDO prevede, eventuali royalties da pagare su particolari prodotti, tutti fattori che non potevamo lasciare alla discrezionalità dell’agente”, dichiara Pinazuti.

Fill 7 CopyCreated with Sketch.

K-Order, la soluzione giusta

Date queste premesse, Dmedia Commerce, che ha come applicativo gestionale per il B2B Mago di Microarea, inizia la ricerca della soluzione giusta. Attraverso una fase di software selection, Pinzauti e il suo staff individuano come ottimale K- Order, la piattaforma sviluppata da Kirio per la gestione e l’ottimizzazione dei processi di vendita della rete commerciale. “Fin dall’inizio siamo stati colpiti dalla flessibilità e dalla possibilità di personalizzazione dell’applicativo. Abbiamo valutato insieme allo staff di Kirio quali fossero le necessità primarie e come affrontarle. Dopo meno di tre mesi eravamo già operativi”, racconta Pinzauti.

K-Order segnala all’agente, attraverso una rappresentazione semaforica, se l’ordine è accettato e, in questo caso, viene inviato direttamente alla logistica. Altrimenti, a seconda della mancata marginalità dell’ordine, viene sottoposto a fasce di sblocco che dipendono dall’entità della redditività e vanno dal capo area, al direttore commerciale, fino all’amministratore delegato. “K-Order interagisce direttamente con Mago e si allinea ogni 8 ore offrendo così all’agente un quadro completo e in tempo reale dell’ordine: può sapere just in time se la merce è stata spedita, se è in magazzino, e può visualizzare i documenti di accompagnamento”, commenta Pinzauti. Ma l’aggiornamento di K-Order non si limita a Mago, ma è bidirezionale e coinvolge anche SAP, il software utilizzato da Dmedia per la parte finance e per la gestione delle provvigioni agente. Grazie a questa interazione, gli ordini sono bloccati anche nei casi in cui il cliente è in una posizione d’insolvenza, se presenta una situazione problematica dal punto di vista dei pagamenti o se è troppo esposto nei confronti dell’azienda.

“L’aspetto finanziario è ora più che mai strategico, la solvibilità di un cliente è ormai un dato fondamentale e che determina la bontà di un ordine. K-Order processa i dati finanziari in tempo reale e decreta l’affidabilità finanziaria del nostro cliente”.

Fill 7 CopyCreated with Sketch.

I Vantaggi del progetto

I vantaggi concreti che K-Order ha portato in Dmedia Commerce si possono riassumere in:

  • incremento della produttività della forza vendita grazie alla semplificazione del lavoro degli agenti;
  • riduzione del carico del lavoro amministrativo dovuto all’automatizzazione della registrazione dell’ordine e di tutte le fasi successive fino alla spedizione;
  • incremento del livello di servizio al cliente con informazioni sempre aggiornate; maggiore scambio di informazioni tra l’azienda, la rete vendita e il mercato, K-order permette all’amministratore delegato, ai responsabili commerciali di avere sempre il quadro aggiornato della situazione.
  • Incremento della produttività della forza vendita grazie alla semplificazione del lavoro degli agenti; Riduzione del carico del lavoro amministrativo dovuto all’automatizzazione della registrazione dell’ordine e di tutte le fasi successive fino alla spedizione; Incremento del livello di servizio al cliente con informazioni sempre aggiornate; maggiore scambio di informazioni tra l’azienda, la rete vendita e il mercato, K-order permette all’amministratore delegato, ai responsabili commerciali di avere sempre il quadro aggiornato della situazione.

Per maggiori informazioni